Piani Paesaggistici Regionali d'Ambito (PPRA)

SFONDO_PTRC

Gli Ambiti di Paesaggio vengono identificati ai sensi dell’art.45 ter, comma 1, della LR 11/2004 e ai sensi dell’art. 135, comma 2, del DLgs 42/2004 , Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio.
Per ciascun Ambito di Paesaggio è prevista la redazione di uno specifico Piano Paesaggistico Regionale d’Ambito (PPRA), da redigersi congiuntamente al  Ministero  per i Beni e le Attività Culturali e Turismo e con il coordinamento del Comitato Tecnico per il Paesaggio.
Gli Ambiti di Paesaggio identificano realtà morfologicamente simili e sono individuati su base territoriale e amministrativa.
L’articolazione del Piano Paesaggistico Regionale, strutturato in PTRC a valenza paesaggistica e in PPRA, consente, da un lato, la costruzione di uno scenario completo a livello regionale e assicura, dall’altro, un sufficiente grado di approfondimento per le tematiche d’ambito e una maggiore efficacia attuativa nei contesti locali.
La scala di approfondimento d’ambito permette inoltre di confrontare il sistema delle tutele dei beni paesaggistici con l’effettiva realtà territoriale contestuale di appartenenza e di procedere, oltre che alla puntuale individuazione e delimitazione dei beni tutelati, anche ad una valutazione degli stessi, sulla base dell’analisi della sussistenza e dell’attualità dei valori paesaggistici che a suo tempo avevano motivato l’imposizione del vincolo.
I PPRA sono redatti coniugando i precetti legislativi fondamentali della Convenzione Europea del Paesaggio (CEP), del Codice e della legge regionale 11/04, attraverso tre assi complementari di progetto e disciplina relativi alla tutela dei beni paesaggistici, alla cura e valorizzazione dei paesaggi e alla integrazione del paesaggio nelle politiche di governo del territorio.

 

Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html